martedì 12 maggio 2015

Sformato di asparagi coltivati

Per me gli asparagi son sempre stati quelli selvatici, che si trovano in campagna o si comprano dalla vecchina che staziona, con la sua mercanzia di prodotti trovati in campagna, all'angolo di Via Turritana a Sassari. Però oggi mi è presa la curiosità di sapere che gusto hanno quei begli asparagioni coltivati, grandi e succulenti... non sono male, ho fatto un tortino dal gusto leggero e delicato!













Cosa ti occorre per 4 persone: 500 gr di asparagi coltivati - 20 gr di burro - 1 cipollotto - 3 cucchiai di parmigiano grattugiato – 4 uova – sale q.b. - pepe q.bpangrattato q.b.

Come devi fare: lava per bene gli asparagi e, con un pelapatate o un coltellino ben affilato, sbuccia la parte del gambo. Elimina la parte finale del gambo e taglia gli asparagi in tocchetti badando di lasciare intera la punta per non rovinare l'infiorescenza. Cuoci a vapore per 10 o 15 minuti, sino a quando saranno teneri ma non scotti.
Affetta finemente la parte bianca del cipollotto, sciogli il burro in una padella antiaderente con un goccino d'acqua e fai stufare dolcemente il cipollotto. Nel frattempo metti gli asparagi su un tagliere e, lavorando a punta di coltello. sminuzzali grossolanamente. Aggiungi gli asparagi al soffritto di cipolla, un pizzico di sale, e fai rosolare in modo da asciugare il composto.
Quando sarà freddo aggiungi il parmigiano, i tuorli, tenendo da parte gli albumi, aggiusta di sale e pepe.
Monta le chiare a neve ben ferma ed incorporale al composto mescolando delicatamente con un movimento dal basso verso l'alto.
Disponi in una pirofila imburrata e spolvera una cucchiaiata di pangrattato ed una di parmigiano grattuggiato.

Cuoci in forno a 200° per circa 15 – 20 minuti.



Posta un commento