martedì 6 maggio 2014

Riso pilaf con carciofi

Il pilaf è un sistema di cottura che consente di ottenere un ottimo riso dai chicchi ben sgranati. Solitamente il riso pilaf viene utilizzato, nella cucina orientale, come un contorno per accompagnare piatti di carne o verdure con sughi e intingoli. Io ho fatto una variante inserendo i carciofi durante la cottura in forno ed il risultato è veramente gustoso.




















Cosa ti occorre: 8 carciofi sardi spinosi – succo di limone q.b. - 4 cucchiai di olio extravergine d'oliva Cherchi – 400 gr di riso Roma – 50 gr di burro - 1 cipollotto piccolo – ½ bicchierino di vino bianco secco - sale q.b. - 800 ml di brodo di carne


Come devi fare: monda i carciofi eliminando le foglie esterne, tagliali circa a metà per eliminare le spine ed ottenere un bel cuore composto soltanto da foglie tenere.
Taglia i cuori di carciofo in otto spicchi e man mano che li prepari mettili a bagno in acqua fredda acidulata con il succo di mezzo limone.
Metti in un tegame l'olio, l'aglio tritato, i carciofi, un goccio d'acqua, un pizzico di sale ed accendi il fuoco. Lascia cuocere a fuoco basso e con il coperchio per 10 o 15 minuti, i carciofi devono essere cotti ma ancora ben consistenti. A fine cottura aggiungi il prezzemolo tritato.
In una padella antiaderente sciogli il burro e fai appassire il cipollotto tagliato molto sottile, aggiungi il riso e fallo tostare, quindi bagna con il vino e lascia sfumare.
Sistema il riso tostato in una pirofila da forno, copri con il brodo ben caldo e mescola un pochino, disponi sopra i carciofi senza mescolare. Cuoci in forno a 180° per circa mezz'ora e comunque sino a quando il riso avrà assorbito tutto il brodo.
Posta un commento