lunedì 30 marzo 2015

Mezzalune al cavolfiore

È rimasta un pochino di pasta violata dalla preparazione delle formaggelle, che fai la butti via? Mai e poi mai! La pasta violata è un pass partout che si presta ad un'infinità di lavorazioni, ed allora con un po' di fantasia e con un piattino di cavolfiore a vapore avanzato dal pranzo, ecco qua un frittino salato ottimo come antipasto o da mettere nel cestino per la gita di pasquetta.












Pasta violata preparata con 200 gr di semola, la ricetta la trovi QUI

Prepara il ripieno
Cosa ti occorre: ¼ di cavolfiore non troppo grosso (circa 300 gr) – ½ cipolla piccola – olio extravergine di oliva q.b. - 3 o 4 acciughine sott'olio – 10 olive nere – 2 bustine di zafferano – 3 cucchiai di polpa di pomodoro pelato sminuzzata finemente – 1 manciata di pistacchi tritati – 1 manciata di uva passa – 1 cucchiaino di zucchero – 1 presa di sale – oli di semi di arachide per friggere q.b.

Come devi fare: pulisci il cavolfiore privandolo delle foglie esterne e stacca dal tronco centrale - che scarterai - i vari bouquet che compongono la pianta. Disponi i bouquet, con il gambo verso il basso, nella vaporiera a lascia cuocere a vapore sino a che il cavolfiore non sia bello tenero, se non hai la vaporiera puoi farlo bollire in poca acqua.
Nel frattempo metti a bagno l'uva passa in modo da farla rinvenire, sbuccia i pistacchi e tagliali grossolanamente, snocciola le olive e tagliale a rondelle.
Trita la cipolla finemente e, in una padella antiaderente, falla soffriggere nell'olio non troppo caldo, quando la cipolla sarà dorata aggiungi le acciughine scolate dal loro olio e falle sciogliere schiacciandole con il mestolo di legno.
Aggiungi ora il cavolfiore ben scolato, schiaccialo sino a farlo diventare una poltiglia, unisci la polpa di pomodoro, aggiusta di sale e di zucchero e fai rosolare in modo che il composto si asciughi per bene, rimestando spesso. Nel frattempo aggiungi lo zafferano, l'uva passa ben sgocciolata, le olive ed i pistacchi. Lascia raffreddare per bene
il composto in modo che tutti i sapori si amalgamino. 

Prepara le mezzalune

Come devi fare: stendi la pasta violata in una sfoglia piuttosto sottile (se usi la macchina regolala alla penultima tacca o posizione 4 per il passaggio finale) e taglia dei dischi con un coppapasta di circa 8 o 10 cm di diametro. Al centro di ciascun disco metti un cucchiaino di composto e ripiega la pasta in modo da formare un mezzo disco. Schiaccia per bene la pasta intorno al ripieno e rifinisci ritagliando la pasta in eccesso con una rotella dentata.

Friggi le mezzalune in abbondante olio di semi per frittura (devono galleggiare), rigirale di tanto in tanto sino a che non siano leggermente dorate. Scolale sulla carta da cucina e lasciale appena intiepidire prima di servirle.
Posta un commento